Prestito circolante

Come funziona?

Se il titolo che si cerca non è posseduto dalla biblioteca di riferimento o risulta in prestito ma è presente in una delle biblioteche aderenti , è possibile richiederne la consegna presso la propria biblioteca di riferimento. 

  1. I libri vanno richiesti di persona nella biblioteca alla quale ci si rivolge. 
  2. I libri richiesti entro il lunedì saranno disponibili a partire dal venerdì; per le biblioteche Unibo fuori porta e i Campus  a partire dal martedì successivo.
  3. Se la richiesta viene inoltrata successivamente  al lunedì  i tempi previsti si allungheranno di una settimana.
  4. Il prestito circolante è un servizio disponibile per i soli libri. Le biblioteche possono riservarsi di escludere da questo tipo di circolazione alcune tipologie di materiali come ad esempio i libri di testo.
  5. Ogni lettore può richiedere al massimo tre testi e, nel caso in cui la distanza tra la biblioteca richiedente e quella prestante sia inferiore a 1 km. e mezzo a piedi, non è possibile richiedere il servizio.

Non è possibile effettuare proroghe e prenotazioni.
Per ulteriori informazioni sul servizio scrivere a

 

Gruppo di lavoro

A sostegno delle attività di progettazione, accompagnamento e monitoraggio della sperimentazione si è costituito un gruppo di lavoro composto da:

(Coordinamento)

Dal 6 Aprile 2017 sono entrate a far parte della sperimentazione del servizio anche la Biblioteca Italiana delle Donne, la Biblioteca della Fondazione Gramsci, le Biblioteche dell'Assemblea Legislativa Regionale dell'Emilia Romagna.

Dal 25 ottobre 2017 il Prestito Circolante ha assunto una dimensione metropolitana: sono infatti entrate a far parte del servizio 28 nuove biblioteche della Città Metropolitana, con almeno una biblioteca per ciascuno dei sei Distretti culturali.

Da gennaio 2018 è entrata nel circuito del PIC anche il Distretto di San Lazzaro.