Il proxy è un servizio di accesso da remoto e permette di accedere da casa, o da qualsiasi luogo al di fuori della rete dell'Ateneo, alle risorse elettroniche ad accesso riservato (banche dati, periodici e libri elettronici etc.). Il servizio di Ateneo si basa sulla tecnologia EZproxy.

 

Accedi al proxy

 

Come funziona?

  • loggarsi con le credenziali istituzionali (@unibo.it, @studio.unibo.it) alla pagina di accesso del proxy.
  • proseguire la navigazione utilizzando i link presenti nelle pagine, senza aprire nuove finestre del browser o inserire manualmente indirizzi nella barra di navigazione

Per utilizzare il proxy non è necessaria l’installazione di alcun software o estensione del browser.

 

Come fare se sono già posizionato sulla pagina a cui voglio accedere?

  • Utilizzare il proxy al volo per autenticarsi direttamente su una pagina desiderata.

 

Come faccio a capire se sono connesso tramite proxy?

  • Il banner rosso "Alma Mater Studiorum - Università di Bologna - Servizio EZproxy" in testa alla pagina web della risorsa elettronica segnala che il servizio è attivo.
  • Se il banner rosso non è attivo, è sufficiente controllare la url dell’indirizzo a cui sono connesso: se contiene la parte “ezproxy.unibo.it” significa che sono connesso al servizio.

 

Chi può utilizzare il servizio proxy?

 

Il proxy è sempre necessario quando mi trovo fuori dalla rete dell’Ateneo?

No, non è necessario per le seguenti tipologie di risorse:

  • Le banche dati disponibili Tatooweb.
  • Tutte le risorse ad accesso aperto, ad esempio quelle presenti su AlmaDL.
  • Periodici o banche dati che necessitano di credenziali specifiche per l'accesso.

 

Il servizio proxy è realizzato in collaborazione con il CeSIA - Area Sistemi Informativi e Applicazioni.